COME FUNZIONA UNO SMAGNETIZZATORE?

Processo fisico di smagnetizzazione: piccoli campi magnetici, i cosiddetti magneti molecolari, sono presenti in materiali magnetizzabili o ferromagnetici. Senza l’influenza di un campo magnetico esterno, questi magneti molecolari sono disposti a caso. Quando viene applicato un campo magnetico esterno, i magneti molecolari iniziano a disporsi/allinearsi. Più forte è il campo magnetico esterno, più i magneti molecolari sono allineati, fino a raggiungere la saturazione magnetica. Questa formazione forzata rimane anche dopo che il campo magnetico esterno è stato rimosso.

Le parti vengono smagnetizzate facendole passare attraverso un forte campo magnetico alternato dello smagnetizzatore, che si indebolisce gradualmente. Il campo alternato provoca un continuo cambiamento nella magnetizzazione dei magneti molecolari. Se la forza del campo magnetico viene gradualmente ridotta, vengono disposti sempre meno magneti molecolari.  L’intensità del campo magnetico si riduce spostando la parte, lentamente e costantemente, fuori dal campo alternato.

DA COSA DIPENDE IL GRADO DI SMAGNETIZZAZIONE?

Il processo di demagnetizzazione dipende da:

  • dimensioni, forma e materiale delle parti da demagnetizzare;
  • La distanza tra le parti e il demagnetizzatore;
  • la distanza tra le parti;
  • lo stato magnetico prima della smagnetizzazione e i valori limite ammessi dopo la smagnetizzazione;
  • la velocità con cui il pezzo viene spostato nell’area di demagnetizzazione;
  • la frequenza del campo magnetico alternato.

DEMAGNETIZZATORI E SISTEMI DEMAGNETIZZANTI

Gli smagnetizzatori a piastre sono usati per smagnetizzare singolarmente piccole parti, minuterie, utensili o dispositivi di misurazione. Le parti vengono smagnetizzate facendole passare sopra o attraverso il demagnetizzatore. Questi dispositivi possono anche essere integrati in sistemi di trasporto esistenti.

I migliori risultati di demagnetizzazione si ottengono con un’impostazione ottimale dei parametri del processo. Velocità del nastro di trasporto, frequenza di demagnetizzazione e distanza fra demagnetizzatore e pezzi sono parametri regolabili. I nostri sistemi con nastro di trasporto integrato garantiscono una demagnetizzazione estremamente uniforme dei pezzi. Possono essere fornite postazioni di demagnetizzazione singole o interi impianti completamente automatici.

  • Smagnetizzatore a piastra serie 211
  • Smagnetizzatore a tunnel serie 221
  • Sistemi smagnetizzanti serie 215:
    con nastri trasportatori
    con trasportatori a rulli
    lineari (per prodotti tubolari o ad asta),
    con tavola girevole (per parti circolari di grandi dimensioni) o
    su tavola (per parti spinte manualmente attraverso l’area di smagnetizzazione).
Demagnetizzatore da banco o per nastri trasportatori, per pezzi con spessore fino a 90 mm
Leggi di più
Per demagnetizzare pezzi con grandi superfici e pareti sottili
Leggi di più
Con nastro trasportatore, rulliera, tavolo rotante, per pezzi voluminosi pesanti
Leggi di più
Per il comando e controllo dei demagnetizzatori, per alte prestazioni di smagnetizzazione
Leggi di più
Dispositivo di misurazione portatile di campi magnetici statici o dinamici
Leggi di più

    CONTATTACI